free joomla image slider


Il Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche per la Conservazione del Patrimonio Culturale (CISRiC) è stato istituito dall’Università degli Studi di Pavia nel 1994 con le seguenti finalità:

  • promuovere studi e ricerche di natura interdisciplinare attinenti alla conservazione di opere d’arte e di edifici monumentali e di altri beni materiali e immateriali aventi interesse storico-artistico e culturale;
  • coordinare ricerche specialistiche finalizzate allo studio delle tecniche esecutive e dei materiali utilizzati nella realizzazione di opere artistiche, allo sviluppo di adeguate procedure diagnostiche per la valutazione del loro stato di degrado e all’individuazione di misure atte a prevenire, arrestare o correggere il degrado stesso;
  • collaborare con enti e istituzioni coinvolti nella salvaguardia del patrimonio culturale svolgendo ricerche storico-artistiche e documentali, attività di analisi diagnostiche, indicando linee di intervento, definendo metodologie operative e materiali più idonei da utilizzare in specifici interventi conservativi;
  • sostenere attività finalizzate alla divulgazione dei risultati di ricerche nell’ambito della conservazione di beni materiali e immateriali e alla promozione dei Beni Culturali in genere;
  • fornire servizi a supporto della ricerca all'interno e all'esterno dell'Ateneo e svolgere attività commissionate da enti pubblici e privati.

In evidenza...


Pergamena2 scaled 

 

Frammento di pergamena medievale ritrovato presso la biblioteca universitaria: in corso studio multidisciplinare targato UNIPV

È in corso uno studio multidisciplinare da parte di ricercatori del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali, del Dipartimento di Studi Umanistici e del CISRiC dell’Università di Pavia su una pergamena medievale ritrovata in un volume seicentesco custodito presso la Biblioteca Universitaria di Pavia – MIBACT.
Il documento, costituito da un bifoglio in pergamena riciclato come coperta di un libro a stampa del 1601, rappresenta il reperto più interessante ritrovato nel corso di una perlustrazione svolta da Giuseppe Mascherpa, ex assegnista pavese, e Federico Saviotti, ricercatore del Dipartimento di Studi Umanistici, nel Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria, dove si conservano decine di migliaia di volumi dei secoli XVI-XIX. La perlustrazione ha permesso di individuare, oltre alla pergamena, un certo numero di frammenti medievali di riuso, contenenti testi latini e, in minor misura volgari, in italiano e francese.
Scopi principali dello studio sono la pubblicazione dei testi e delle musiche e, se possibile, la ricostruzione dell’origine del bifoglio. In tal senso, si riveleranno preziose le informazioni ricavabili dalla campagna analitica alla quale il reperto viene sottoposto in questi giorni presso il Laboratorio Arvedi di Diagnostica non Invasiva del CISRiC (Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche per la Conservazione del patrimonio culturale dell’Università di Pavia).
Leggi l'articolo
 
 

Eventi...

 

Luoghi della Cultura 191

13-18 settembre 2021: "Luoghi della cultura, oggetti della memoria. Presente e futuro dei patrimoni culturali"

L’Area Beni Culturali dell’Università di Pavia, insieme al Dipartimento di Studi Umanistici e al Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali e in collaborazione con il Collegio Borromeo e con il Collegio Ghislieri, organizza, dal 13 al 18 settembre 2021, un corso di formazione e aggiornamento (aperto a tutta la cittadinanza e all'intera comunità accademica) dal titolo Luoghi della cultura, oggetti della memoria. Presente e futuro dei patrimoni culturali. /Culture and memory, places and objects. Cultural heritage: present and future.

La finalità dell'incontro è quella di promuovere un approccio consapevole alla cultura materiale del passato antico e recente attraverso indagini e studi condotti con metodologie moderne e con uno sguardo prospettico aperto sul futuro.

Programma dell'evento  -  Per ulteriori informazioni